In Rome Today.com
Deutsch Portuguŕs Franšais Espa˝ol English Italiano


In Rome Today.com
Deutsch Portuguŕs Franšais Espa˝ol English Italiano



Booking.com

Arco di Costantino a Roma

L'Arco di Costantino a Roma: come arrivare, architettura, iscrizione, storia, fotografie.

Tour a RomaVieni a Roma? Prenota il tuo tour in anticipo e salta la coda!

Acquisto biglietti tour Roma

Scegli tra più di 150 esperienze a Roma e dintorni: biglietti per i Musei Vaticani e gli altri musei, il Colosseo e il Foro, tour gastronomici e privati, visite serali.

Arco di Costantino a Roma Arco di Costantino - Piazza del Colosseo e Via di San Gregorio - Roma

L'Arco di Costantino è un arco trionfale che si erge nei pressi del Colosseo e del Foro Romano e che commemora la vittoria di Costantino su Massenzio con la Battaglia di Ponte Milvio (27 ottobre 312 d.C.).

Biglietti disponibili: biglietto salta fila, biglietto salta fila + visita arena, biglietto salta fila + visita guidata, biglietto salta fila + carcere mamertino.



– eviti ore di coda per visitare il Colosseo, il Foro Romano e il Palatino.
– il biglietto è aperto e valido 2 giorni.
– il biglietto è valido dal giorno dopo l'acquisto.
– puoi percorrere gli stessi passi dei gladiatori per entrare nell'Arena del Colosseo.

Architettura e statuaria dell'Arco di Costantino

L'Arco possiede una notevole importanza in quanto reca decorazioni di età diverse dell'Impero Romano: le statue dell'attico in fronte sono di epoca traianea mentre i bassorilievi sono del tempo di Marco Aurelio; i tondi sopra agli archi inferiori sono del tempo di Adriano, i capitelli corinzi sono di epoca antonina. Costantino, saccheggiando i monumenti di Roma per il suo trionfo, involontariamente creò un monumento - fortunatamente giunto a noi integro - che è la sintesi di differenti epoche e stili decorativi dell'antica Roma.
Di epoca costantiniana sono invece gli archivolti del fornice centrale.

L'arco è a tre fornici dei quali il centrale possiede un altezza maggiore (11,45 m). L'arco ha un altezza di 21 metri, una larghezza di 25,9 metri, una profondità di 7,4 m.

La sua architettura ricorda molto l'Arco trionfale di Settimio Severo posto nel Foro Romano avendo i tre fornici inquadrati da colonne sporgenti poste su alti plinti.

Iscrizione dell'Arco di Costantino e traduzione

Dal lato opposto al Colosseo campeggia sull'attico in centro sopra al fornice maggiore la seguente iscrizione commemorativa:

IMP(eratori) · CAES(ari) · FL(avio) · CONSTANTINO · MAXIMO
P(io) · F(elici) · AVGUSTO · S(enatus) · P(opulus) · Q(ue) · R(omanus)
QVOD · INSTINCTV · DIVINITATIS · MENTIS
MAGNITVDINE · CVM · EXERCITV · SVO
TAM · DE · TYRANNO · QVAM · DE · OMNI · EIVS
FACTIONE · VNO · TEMPORE · IVSTIS
REM-PUBLICAM · VLTVS · EST · ARMIS
ARCVM · TRIVMPHIS · INSIGNEM · DICAVIT

All'imperatore Cesare Flavio Costantino Massimo, Pio, Felice Augusto, il Senato e il popolo romano, poiché per ispirazione della divinità e per la grandezza dello spirito con il suo esercito tanto dal tiranno quanto da ogni sua fazione allo stesso tempo vendicò con giuste armi lo Stato, dedicarono un arco insigne per trionfi.

L'espressione instinctu divinitatis ("per ispirazione della divinità") posta nella terza riga è oggetto da tempo di discussione tra gli studiosi riguardo alla posizione dell'imperatore nei confronti della religione cristiana. Si tratta forse di un'espressione volutamente velata, scelta da Costantino per mantenere ancora una certa equidistanza tra l'antica religione di stato e il Crisitianesimo.

La storia dietro all'Arco di Costantino

Quando Diocleziano trasferì la capitale dell'Impero a Nicomedia una divisione del potere divenne necessaria per rimanere più vicini ai confini sempre meno sicuri a causa delle continue incursioni dei Barbari. Per questa ragione fu nominato Augusto di Milano Massimiamo mentre Diocleziano tenne il titolo di Augusto per le province orientali. Ogni Augusto nominò poi due Cesari: Galerio fu il Cesare di Diocleziano a Mitrovizza, Costanzo Cloro fu il Cesare di Massimiano a Treviri. I due Augusti mantennero la promessa di abdicare dopo venti anni di governo e passare il potere ai Cesari. Diocleziano si ritirò a Spalato a "curare il suo orto e le sue galline" - in un castello che oggi è il centro storico di Spalato - fino alla sua morte avvenuta giusto in tempo per vedere la fine della pace e l'inizio della guerra civile.

Secondo la disposizioni di Diocleziano e Massimiano, Costantino e Massenzio, figli rispettivamente di Costanzo Cloro e Massimiano, avrebbero dovuto subentrare come cesari di Costanzo e Galerio, ma questi ultimi non li scelsero, optando per Massimino e Severo.

Con la morte di Costanzo il 25 luglio 306, suo figlio Costantino si fece proclamare imperatore dalla truppe di stanzia in Britannia; mentre a Roma assunse il potere Massenzio, figlio dell'ex-augusto Massimiano. Allora Galerio, Augusto d'Oriente, intervenne offrendo a Costantino di riconoscerlo solo come cesare e proclamò augusto Flavio Severo, che in quel momento era il cesare d'Oriente. Così Flavio Severo marciò in Italia contro Massenzio ma soffrì la diserzione delle sue truppe le quali avevano in maggior parte servito sotto il padre di Massenzio, Massimiano. Severo allora fuggì a Ravenna dove fu assediato da Massimiano.

A questo punto ritornato sulla scena, Massimiano si riprese il titolo di augusto verso la fine del 306 e aiut˛ la ribellione di suo figlio Massenzio in Italia.
In seguito Severo accettò una resa e fu trattenuto come ostaggio fino a quando Galerio giunse in Italia con un suo esercito e Massenzio quindi ordinò la morte di Severo.

Vista l'intricata situazione Diocleziano indisse insieme al suo successore Galerio il Concilio di Carnunto nel novembre 308, obbligando Massimiano a rinunciare al titolo. Il risultato fu opposto e Massimiano all'inizio del 310 cerc˛ di sottrarre il titolo imperiale a Costantino riscuotendo però l'appoggio di pochi. Catturato da Costantino a Marsiglia si suicid˛ nell'estate di quell'anno per ordine di Costantino.
La morte di Galerio per malattia nel 311 lasciò sul campo solo due rivali: Massenzio e Costantino.

Il 28 ottobre del 312 d.C. i due eserciti comandati da Costantino e Massenzio si affrontarono vicino a Roma e Costantino ebbe la famosa visione in cielo della croce che riportava l'iscrizione in hoc signo vinces (in questo segno vincerai). Costantino allora fece disegnare la croce sui suoi vessilli e riuscì a vincere la Battaglia di Ponte Milvio per la presa del potere.
Questa vittoria fu celebrata il 25 luglio 315 d.C. con l'inaugurazione da parte del Senato di questo arco, ancora molto ben tenuto ai giorni nostri, di fronte al Colosseo.

La cosa anomala è che niente in questo arco ricorda l'influenza di Cristo per le sorti della battaglia; questo dice molto sulla conversione di Costantino alla religione cristiana. Infatti, se è vero che egli cambiò la religione dell'Impero con il suo famoso editto che rese il cristianesimo religione di stato, è anche vero che accettò di essere battezzato solo sul letto di morte.

Arco di Costantino, lateraleInformazioni utili per la visita

Stile: Romano Imperiale con decorazioni di epoca traianea, aureliana, adrianea, antonina, costantiniana.
Edificazione: 315 d.C.
Biglietti: il monumento è visitabile senza biglietto.

Servizio ATAC in autobus Stazione Roma Termini → Arco di Costantino

Per andare all' Arco di Costantino è disponibile 1 linea di autobus: Linea 75 con fermata Colosseo. Poi a piedi per 70 metri:

1) Linea 75 bus ATAC RomaLinea 75 Stazione Roma Termini → Via Cavour → Colosseo → Circo Massimo → Aventino → Porta Portese → Trastevere → Monteverde → Via Poerio

Linea 75 con fermata Colosseo.

Fermate: Roma Termini - Piazza dell'Indipendenza "De Nicola" - Termini "Piazza dei Cinquecento" - Via Cavour "Esquilino" - Via Cavour "Quattro Cantoni" - Via Cavour (Mb) - Via Cavour "Annibaldi" - Via Cavour "Ricci" - "Colosseo" - Celio "Vibenna" - Via di S. Gregorio - Viale Aventino "Circo Massimo (Mb)" - "Aventino" - Viale Aventino "Albania" - "Porta S. Paolo" - Via Marmorata "Caio" - "Cestio" - Via Marmorata "Galvani" - Via Marmorata "Vanvitelli" - "Emporio" - "Porta Portese" - Via Morosini "Nuovo Regina Margherita (H)" - Via Dandolo "Glorioso" - "Dandolo" - "Fabrizi" - "Calandrelli" - Carini "Bonnet" - Carini "Pilo" - "Barrili" - "Guinizelli" - "Poerio" - Poerio "Marino" e viceversa.

Corse con frequenza variabile dai 13 ai 18 minuti dalle 5.35 alle 24.00.

Prezzi dei biglietti nel territorio di Roma Capitale per turisti e residenti

Prezzi dei biglietti ATAC nel territorio di Roma Capitale per turisti e residenti

- Biglietto Integrato a tempo € 1.50: valido 100 minuti o per una sola corsa in metro, anche su più linee, senza uscire dai tornelli.
– Biglietto 24 ore € 7
– Biglietto 48 ore € 12,50
– Biglietto 72 ore € 18
– Biglietto 7 giorni € 24

I bambini fino al compimento del decimo anno d'età non pagano il biglietto. Sono previste poi tariffe agevolate per disoccupati, maggiori di 65 anni, famiglie.

Prezzi degli abbonamenti ATAC nel territorio di Roma Capitale per residenti

Mensile Personale: € 35; valido per il mese di calendario riportato sull'abbonamento o sullo scontrino di ricarica, per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
Mensile Impersonale: € 53; valido per il mese di calendario riportato sullo scontrino di ricarica, per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale. l'abbonamento impersonale - cedibile - può essere utilizzato alternativamente da persone diverse.
Annuale Roma: € 250; valido per 365 giorni dalla data di ricarica riportata sullo scontrino.
Mensile a zone: valido per il mese di calendario riportato sulla tessera, per un numero illimitato di viaggi nel territorio della regione lazio relativo alle zone indicate sull´abbonamento.
Annuale Lazio a Zone: valido per 365 giorni dalla data riportata sull´abbonamento per un numero illimitato di viaggi nel territorio della regione lazio relativo alle zone indicate sull´abbonamento.
Annuale Lazio a Zone Studenti: valido da settembre a giugno per un numero illimitato di viaggi nel territorio della regione lazio relativo alle zone indicate sull´abbonamento.
Abbonamento Mensile Ordinario + Servizio Urbano: valido per il mese di calendario riportato sull´abbonamento, per un numero illimitato di viaggi nel territorio della regione lazio relativo alle zone indicate sull´abbonamento e nel comune interessato.
Abbonamento a Zone per Studenti + Servizio Urbano: valido dal 1° settembre al 30 giugno, per un numero illimitato di viaggi, nel territorio della regione lazio relativo alle zone indicate sull´abbonamento e nel comune interessato
Abbonamento a Zone + Servizio Urbano: valido per 365 giorni dalla data riportata sull´abbonamento per un numero illimitato di viaggi nel territorio della regione lazio relativo alle zone

Agevolazioni degli abbonamenti ATAC nel territorio di Roma Capitale per residenti

Card Over 70: agevolazione riservata ai cittadini ultrasettantenni residenti a roma, rientranti nello scaglione di reddito isee fino a € 15.000.
Mensile Agevolato Disoccupati: € 16; valido per il mese di calendario riportato sullo scontrino di ricarica, per un numero illimitato di viaggi.
Annuale Govani e Studenti: valido per 365 giorni dalla data di ricarica riportata sullo scontrino per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
Annuale a contribuzione: valido per 365 giorni dalla data di ricarica riportata sullo scontrino per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
Annuale Over 65: valido per 365 giorni dalla data di ricarica riportata sullo scontrino per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
Annuale Mutilati e invalidi di Guerra: (gratuito); valido per 365 giorni dalla data di ricarica riportata sullo scontrino per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
Annuale Famiglia Scontata del 10%: € 225; valido per 365 giorni dalla data di ricarica riportata sullo scontrino per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
Annuali Categorie Speciali: € 40; valido per 365 giorni dalla data di ricarica riportata sullo scontrino per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
Bambini fino a 10 anni: accesso gratuito sui mezzi nel territorio del comune di roma ai bambini, fino al compimento del decimo anno d'età, se accompagnati da un adulto.
Annuale a Quoziente Familiare: € 225; valido per 365 giorni dalla data di ricarica riportata sullo scontrino per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
Card Libera Circolazione FF.OO. FF.AA.: Card per gli appartenenti ai Corpi delle FF.OO e FF.AA che hanno stipulato con Atac una convenzione in forza dell'art. 45 comma 18 della Legge Regionale 16/2003.

Sito Web: ATAC Roma

Contatti - Progetto In Italy Today - Politica sulla riservatezza - Cookie Policy

In Rome Today è aggiornato ogni giorno

© In Rome Today
Tutti i diritti riservati