Cookie Consent by PrivacyPolicies.com
In Rome Today.it


In Rome Today.it



Booking.com

Mostra Cleopatra. Roma e l'incantesimo dell'Egitto al Chiostro del Bramante di Roma

Al Chiostro del Bramante di Roma una mostra dal titolo Cleopatra. Roma e l'incantesimo dell'Egitto: le opere e le informazioni, il periodo e gli orari d'apertura, i contatti e il costo dei biglietti.

Mostre a Roma per settore artistico: Pittura, Scultura, Arte Moderna, Arte Contemporanea, Fotografia, Archeologia.
Mostra Escher a RomaEscher - Chiostro del Bramante, Arco della Pace, 5 - Roma

Mostra in corso dal 20 settembre 2014 al 22 febbraio 2015

"Siete davvero sicuri che un pavimento non possa essere anche un soffitto?"

"Penso che sia nella mia cantina...lasciami andare di sopra a controllare."

- Maurits Cornelis Escher

Notizie sulla mostra Escher al Chiostro del Bramante

- Il Chiostro del Bramante propone per la mostra Escher il Lunedì universitario: per gli studenti con tesserino universitario l'ingresso è a € 5,00 (anzichè € 13,00). Verrà data inoltre l'audioguida in omaggio.

- Sono previste le seguenti aperture straordinarie per la mostra Escher a Roma: 1 novembre 10.00–21.00, 8 dicembre 10.00–20.00, 24 dicembre 10.00–17.00, 25 dicembre 16.00–21.00, 26 dicembre 10.00–21.00, 31 dicembre 10.00–18.00, 1 gennaio 12.00–21.00, 6 gennaio 10.00–21.00.

La mostra Escher a Roma

In mostra 150 opere di Escher (17 giugno 1898, 27 marzo 1972), artista grafico e incisore olandese conosciuto per le sue incisioni su legno, mezzetinte e litografie che stravolgono i principi naturali della fisica proponendo uno sconvolgimento delle dimensioni sorprendentemente ordinato nella sua geometria.

Di fatto Escher affermò di essere affascinato dal caos per il fatto che questo possiede una forte spinta intrinseca verso la formazione dell'ordine. Le sue opere sono certamente una rappresentazione materiale di questo pensiero in quanto riproducono spesso ordinate geometrie in cui, ad un secondo sguardo appaiono forme naturali come animali, spesso uccelli di varia foggia; oppure ne rappresentano il processo di formazione proponendo forme naturalistiche che nascono da forme geometriche semplificate in un'evoluzione dimensionale che spesso sorprende l'occhio dello spettatore.

La mutazione delle forme iniziali porta così al concetto di realtà multiforme e multidimensionale che Escher sviluppò bene in certe sue opere. Tra queste svetta in questo senso Relatività in cui un ambiente viene proposto completamente stravolto nella sua logica dimensionale, attraverso l'utilizzo di scale che ne evidenzia la paradgimatica assurdità.

Nel percorso della mostra di Escher, prodotta da DART Chiostro del Bramante e Arthemisia Group in collaborazione con la Fondazione Escher e la Collezione Federico Giudiceandrea, curata da Marco Bussagli con il patrocinio di Roma Capitale, sfileranno anche opere di Giorgio de Chirico, Marcel Duchamp, Giacomo Balla e Luca Maria Patella.

Opere della mostra Escher a Roma

- Giorno e notte
- Altro mondo II
- Mano con sfera riflettente
- Relatività
- Opere di Giorgio de Chirico, Marcel Duchamp, Giacomo Balla, Luca Maria Patella

Biografia di Escher


Nato nei Paesi Bassi, a Leeuwarden il 17 giugno 1898, Escher fu già da giovane un eccellente disegnatore. Frequentò la Scuola di Architettura e Arti Decorative di Haarlem.

Poco più che ventenne viaggiò per l'Italia e per il sud della Spagna. In quest'ultimo paese fu in particolare affascinato dalle decorazione geometriche presenti nei palazzi moreschi come la Alhambra di Granada e Siviglia. Nelle sue opere si può apprezzare l'eredità di questi disegni geometrici, spesso matrice e materia che si evolve in forme naturali paesaggistiche.

Il paesaggio appunto. Infatti tra le tappe fondamentali della vita artistica di Escher ci sono certamente gli anni del soggiorno in Italia, dal 1923 al 1935, che furono costellati di lunghi viaggi nelle regioni del meridione; viaggi studio, spesso intrapresi con amici pittori e incisori, in cui Escher trovava nel paesaggio multiforme del sud Italia stimolo e rassicurazione per le sue fantastiche vedute.

In seguito escher fu alcuni anni in Svizzera e in Belgio; da qui passò a Baarn, nei suoi Paesi Bassi, dove passò gran parte della sua vita. Si spense a Laren in Olanda, il 27 marzo 1972.

Orari: dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 20.00; sabato e domenica dalle 10.00 alle 21.00 (la biglietteria chiude un'ora prima).
Biglietti: si rimanda al sito ufficiale per ogni mostra.
Telefono: +39.06.68809035
E-mail: info@chiostrodelbramante.it
Sito web: Chiostro del Bramante

In Rome Today è aggiornato ogni giorno

© In Rome Today
Tutti i diritti riservati