Foto tour
I Musei I locali Tour guidati Curiosità
gli Eventi
Le Mostre
Appartamenti
Ristoranti
Servizi utili
 
I Teatri
Alberghi
I Cinema Homepage
Siete in: IRT / CURIOSITÀ DI ROMA








CURIOSITÀ DI ROMA


LA STATUA DI PASQUINO

CLICCA PER INGRANDIRE
Pasquino Statue
STATUA DI PASQUINO

Questa statua fu portata dietro Piazza Navona nel 1501 dopo essere stata abbandonata per secoli in una strada di Roma e, improvvisamente cominciò a parlare alla popolazione. La statua di Pasquino prese il suo nome da un ciabattino che aveva la sua bottega qui vicino.
Poiché la libertà di pensiero ed espressione non era facile da ottenere nella Roma dei papi e dei cardinali, Pasquino iniziò ad attaccare al basamento della statua le sue lamentele sulla società e la politica del tempo e fu subito imitato dalla popolazione. Fu così che a Roma si materializzarono numerose statue parlanti con le quali dialogava anche la statua di Pasquino.
Ancora oggi è possibile leggere molti messaggi ironici e sprezzanti sull'operato della classe politica italiana e soprattutto sul Governo in carica.
La statua sembra essere un'originale greco portato qui ai tempi dell'Impero Romano.

CLICCA PER INGRANDIRE
Pasquino Statue
FONTANA DELLE API DI BERNINI

FONTANA DELLE API DI BERNINI

La Fontana delle Api, commissionata da Papa Urbano VIII, raffigura una grande conchiglia (una capasanta) con tre api poste sul suo basamento, simbolo araldico della famiglia del pontefice, i Barberini. La fontana fu progettata e realizzata nel 1644 ma venne trasportata qui solo nel XIX secolo. Certamente il monumento non può competere con le maggiori fontane ideate dal Bernini a Roma durante la sua carriera ma è in grado di sorprendere il visitatore perla sua originalità.
Sulla conchiglia un'iscrizione riporta che l'acqua è bene pubblico a completa disposizione della cittadinanza e degli animali assetati. La Fontana della Api si trova all'angolo tra Piazza Barberini, dove si erge anche la famosa Fontana del Tritone, e Via Veneto, una strada diventata celebre durante gli anni '60 e '70. "Dolce Vita" fu chiamato quel periodo che divenne presto paradigma del benesssere del boom economico dell'Italia post bellica.

© IN ROME TODAY
Tutti i Diritti Riservati
via Murri 31, Mestre Venezia
Associato a IVT